MLX75305, soluzione single chip per monitoraggio della potenza dei Fari Laser per Automobili


MLX75305

Melexis, in risposta ai requisiti emergenti dei sistemi di illuminazione frontale a laser delle automobili, ha ottimizzato la propria serie MLX75305 di IC avanzati sensibili alla luce. Ciascun dispositivo MLX75305 incorpora un fotodiodo, un amplificatore a transimpedenza e uno stadio di uscita. Quest’ultimo, a differenza dei dispositivi della concorrenza presenti sul mercato, è completamente certificato AEC-Q100 e supporta un intervallo di temperature operative compreso fra -40°C fino a +125°C.

Fornito in un package SOIC8 compatto, l’MLX75305 fornisce agli ingegneri una soluzione su chip singolo semplice da implementare per il monitoraggio accurato della potenza dei fari, che richiede un numero minimo di componenti esterni ed occupa uno spazio molto ridotto su scheda. Ricoprendo una banda spettrale compresa fra 500nm e 1000nm, l’IC mantiene una linearità del ±2% in tutto l’intervallo delle tensioni di uscita con una sensibilità tipica di 70mV/(uW/cm2).

L’illuminazione frontale basata su diodi laser è destinata ad essere adottata nel prossimo futuro in un numero crescente di veicoli di alta fascia. Attraverso questa tecnologia, è possibile assistere ad aumenti sostanziali dell’illuminazione, consentendo così la visibilità a lunga distanza e riducendo al contempo la quantità di potenza richiesta.  L’illuminazione frontale a laser fornisce ai produttori di autovetture un modo per migliorare la sicurezza degli utenti della strada senza impattare sull’efficienza dei consumi del veicolo. Il maggiore flusso luminoso contribuisce inoltre a ridurre le dimensioni del faro – migliorando in questo modo l’estetica del veicolo e le sue proprietà aerodinamiche.

L’MLX75305 risponde alle richieste gravose delle applicazioni di prossima generazione basate sui fari laser, fornendo una soluzione economica ed efficiente di monitoraggio della potenza che è in grado di fare fronte ad ambienti automotive ostili – dove l’esposizione a condizioni estreme di calore e di cariche elettrostatiche sono comuni,” afferma Gualtiero Bagnuoli, Responsabile Marketing per i Sensori Ottici presso Melexis. “I nostri ingegneri stanno ora lavorando con le principali case automobilistiche e con i loro partner per l’integrazione di sistema, per sviluppare sistemi di monitoraggio che prevedono l’uso di questo IC”.

www.melexis.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.