Galileo Initial Services, quali servizi?


galileoapertura

Persino TV e quotidiani hanno annunciato l’entrata in funzione del sistema di navigazione satellitare europeo GALILEO a partire dal 15 dicembre 2016, precisando che si trattava della fase “Initial Services”.

Ma cosa significa esattamente “Initial Services” e quali servizi offre la rete durante questo periodo?

La fase “Initial Services” di Galileo rappresenta il primo passo verso la piena capacità operativa. La realizzazione del sistema Galileo continuerà con il lancio di ulteriori satelliti per ampliare la costellazione e aumentare così gradualmente la prestazione del sistema e la sua disponibilità a livello globale. Il completamento della costellazione è previsto entro il 2020.

Durante il  periodo “Initial Services” tutti i ricevitori dotati di un chipset compatibile con Galileo, come smartphone e navigatori per auto, potranno contare su Galileo per il posizionamento, la navigazione e la misurazione del tempo.

I servizi iniziali offerti da Galileo sono: il servizio aperto, il servizio pubblico regolamentato (PRS) e il servizio di ricerca e salvataggio (SAR).

Saranno invece cinque i servizi offerti da Galileo quando la rete sarà completata: il servizio aperto (open service), il servizio pubblico regolamentato (public regulated service), il servizio commerciale (commercial service), il servizio di ricerca e salvataggio (search and rescue support service) e un contributo ai servizi di monitoraggio dell’integrità (integrity monitoring).

Per servizio aperto si intende un servizio gratuito del mercato di massa per il posizionamento, la navigazione e la misurazione del tempo che può essere usato da chipset compatibili con Galileo, per esempio contenuti negli smartphone o nei navigatori per auto.

Per servizio pubblico regolamentato si intende il servizio destinato a utenti autorizzati dai governi, come la protezione civile, il corpo dei vigili del fuoco, i funzionari doganali e la polizia. È un servizio particolarmente robusto e completamente criptato per garantire la continuità di servizio agli utenti istituzionali in caso di emergenze nazionali o di crisi, quali un attacco terroristico.

Il servizio di ricerca e salvataggio rappresenta il contributo europeo a un sistema internazionale di localizzazione dei segnali di emergenza trasmessi da radiofari chiamato “Cospas-Sarsat“. Questo servizio consentirà un netto miglioramento della localizzazione dei segnali di emergenza. Per fare un esempio, quando verrà attivato un segnale di emergenza da radiofaro in mare aperto o in montagna, il tempo per localizzarlo si ridurrà da un massimo di tre ore ad appena dieci minuti. Inoltre il segnale di emergenza sarà localizzato in modo più accurato entro un campo di ricerca di 5 km, un netto miglioramento rispetto agli attuali 10 km.

cospas_sarsat

Con la dichiarazione di “Initial Services”, dunque, l’Unione Europea annuncia che i satelliti e le infrastrutture di terra di Galileo sono pronte per entrare in funzione; le condizioni di fornitura dei servizi iniziali di Galileo, comprese le prestazioni (in termini di accuratezza, ecc.), sono state pubblicate sul sito web del Centro servizi del GNSS europeo all’indirizzo: www.gsc-europa.eu.

I vantaggi della fase “Initial Services”

I servizi iniziali di Galileo sono completamente interoperabili con il sistema GPS e il loro uso congiunto porterà molti vantaggi agli utenti finali. La combinazione dei satelliti Galileo e GPS si tradurrà in un maggior numero di satelliti disponibili, che permetteranno un posizionamento più accurato e affidabile all’utente finale. La navigazione nelle città, in cui i segnali satellitari spesso possono essere bloccati da edifici molto alti, trarrà particolare vantaggio da questa maggiore accuratezza di posizionamento.

Inoltre l’accurata misurazione del tempo offerta da Galileo contribuirà a rendere più resiliente la sincronizzazione delle transazioni bancarie e finanziarie e delle reti di telecomunicazione e di distribuzione dell’energia, aumentandone l’efficienza – un aspetto tanto essenziale quanto spesso trascurato.

Per finire, Galileo aiuterà anche a salvare vite umane. Il servizio di ricerca e salvataggio di Galileo riduce il tempo necessario a rilevare segnali di emergenza da radiofaro da tre ore ad appena dieci minuti Poiché anche la localizzazione del segnale di emergenza avverrà in modo più accurato, le persone disperse in mare o in montagna potranno essere tratte in salvo più rapidamente.

I dispositivi compatibili

Il mercato è pronto da tempo per Galileo. Nel 2010 solo tre fabbricanti di chipset producevano chip compatibili con Galileo. Oggi le società che producono chip compatibili con Galileo sono 17 e rappresentano oltre il 95 % dell’offerta mondiale.

Tra queste si contano:

  • alcuni tra i maggiori produttori di chipset, tra cui Broadcom, Mediatek, STM, Intel, Qualcomm e uBlox;
  • Qualcomm, leader del mercato di chip per smartphone, ha già cominciato a integrare Galileo nei suoi dispositivi, rendendo molti smartphone compatibili con Galileo;
  • Anche STM, uno dei maggiori produttori di chipset per il settore automobilistico, ha annunciato il lancio dei chip “Teseo”, compatibili con Galileo, per sistemi telematici e di navigazione per auto.

A partire dal 2018 Galileo sarà disponibile su ogni veicolo di nuova omologazione venduto in Europa e consentirà l’uso del sistema di chiamata di emergenza eCall su questi veicoli.

Un elenco del sempre maggior numero di dispositivi e chipset compatibili con Galileo già disponibili sul mercato è reperibile all’indirizzo www.useGalileo.eu.

Altri vantaggi di Galileo

Il metro per misurare i vantaggi di Galileo è l’impatto socioeconomico che avrà sugli utenti, sulla società e sull’ambiente. Gli utenti beneficeranno di un sistema di posizionamento più affidabile e accurato che agevolerà la navigazione, soprattutto in città e nelle zone edificate. Alcune funzioni, come il servizio di ricerca e salvataggio di Galileo e l’integrazione nel sistema eCall, ridurranno i tempi di risposta dei servizi di soccorso in caso di emergenza o di incidente.

L’accurata misurazione del tempo offerta da Galileo contribuirà inoltre a rendere più resiliente la sincronizzazione delle transazioni bancarie e finanziarie e delle operazioni delle reti di telecomunicazione e di distribuzione dell’energia che alimentano l’economia di tutto il mondo.

La navigazione satellitare ha contribuito a dare un impulso alla crescita economica globale, in particolare delle industrie ad alta tecnologia, e gli esperti prevedono per il mercato mondiale della navigazione satellitare una crescita superiore all’8 % fino al 2019. Si prevede che l’ulteriore resilienza garantita da Galileo, in qualità di terzo sistema globale dopo GPS e GLONASS, permetterà una serie di nuove applicazioni e servizi che trarranno vantaggio da una maggiore affidabilità del posizionamento e daranno maggiore stimolo alla crescita economica in Europa e non solo.

L’agenzia del GNSS europeo (GSA) ha condotto ulteriori valutazioni che dimostrano importanti vantaggi economici e ambientali derivanti dall’uso di Galileo e del GNSS nei decenni a venire; l’esito di tali valutazioni è reperibile all’indirizzo: www.gsa.europa.eu.

Le prestazioni di Galileo

La misurazione dei segnali di navigazione di ultima generazione inviati da Galileo mette in luce l’eccellenza delle loro prestazioni. L’accuratezza ottenibile dipende da diversi fattori, compreso il numero dei satelliti e le ottimizzazioni del sistema; se quindi si prevede che i servizi iniziali raggiungeranno almeno il livello di qualità del GPS, la prestazione non farà che migliorare con la maturazione del sistema e il suo completamento nel 2020. Ulteriori informazioni sulle prestazioni (in termini di accuratezza, ecc.) e sulla disponibilità sono state pubblicate sul sito web del Centro servizi del GNSS europeo all’indirizzo: www.gsc-europa.eu.

Gli altri segnali offerti gratuitamente da Galileo su diverse frequenze offriranno prestazioni ancora superiori ai professionisti e agli utenti più esigenti che disporranno di idonei ricevitori.

Il centro servizi del GNSS europeo (GSC) è il centro a cui rivolgersi per tutto ciò che è legato allo sviluppo di prodotti e servizi che utilizzano Galileo. Il GSC può essere contattato all’indirizzo: www.gsc-europa.eu.

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.