Le specifiche 96Boards


L’iniziativa 96Boards definisce l’hardware e il software di una piattaforma di sviluppo ARM Cortex-A valida per tutti i produttori. Promossa da Linaro, un’organizzazione no-profit inglese focalizzata sulla piattaforma ARM, 96Boards si propone di favorire l’incontro fra gli utenti industriali e le comunità Open-Source; a questo scopo è stato definito un fattore di forma 96Boards, come standard per la piattaforma di sviluppo Cortex-A da 32 e 64 bit, a basso costo e di dimensioni ridotte.

Una delle prime schede che ha adottato queste indicazioni è stata la DragonBoard 410c basata su quattro core ARM Cortex-A53, ciascuno dei quali opera con un clock fino a 1,2 GHz.

La specifica include bus di espansione standardizzate per I/O, periferiche, display e fotocamere. Questo permette all’ecosistema hardware di sviluppare un’ampia gamma di prodotti aggiuntivi compatibili, che possono essere utilizzati su qualunque dispositivo 96Boards.

Si tratta, dunque, del terzo standard nell’ambito dell’Open Source,  dopo Arduino e Raspberry Pi, che hanno dei form factor hardware ben precisi e delle piattaforme software altrettanto ben definite.

Il sito ufficiale 96Boards (www.96boards.org) offre tutte le informazioni su questa iniziativa, aggiornamenti, download software, una panoramica completa dei prodotti disponibili e un forum di discussione per gli sviluppatori e i produttori.

All’iniziativa prendono parte società del calibro di STMicroelectronics, Texas Instruments, Arrow, Rohm, Mediatek, Seeed e tante altre ancora.

Hardware e software comuni vengono utilizzati da differenti vendor che possono aggiungere ulteriori funzionalità e caratteristiche.

Un gruppo fisso di funzioni minime, tra cui USB, SD, HDMI e connettori standard per collegamenti ad alta e bassa velocità è presente in tutte le board; oltre queste, i produttori possono aggiungere componenti hardware personalizzati e ulteriori set di funzionalità.

Esistono attualmente tre specifiche 96Boards per ARM Cortex-A e Cortex-M:

Consumer Edition (CE), adatta ai segmenti mobile, embedded e digital home;

Enterprise Edition (EE), adatta ai segmenti networking e server;

IoT Edition (IE), indicata per applicazioni IoT e embedded.

Queste specifiche hanno lo scopo di favorire la fornitura di molteplici piattaforme hardware ARM destinate agli sviluppatori software, alle comunità dei maker, al mondo educational e ai produttori OEM.

Tutte le specifiche relative sono disponibili sul sito nonché ospitate su GitHub.

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.