Si apre oggi MECSPE 2017, la via italiana per l’industria 4.0


Delineare la via italiana per l’industria 4.0: torna con questo obiettivo, da oggi al 25 marzo a Fiere di Parma, la 16^ edizione di MECSPE  – manifestazione punto di riferimento per il manifatturiero 4.0 – che registra numeri da record, con 2.051aziende presenti e oltre 40mila visitatori attesi che animeranno i 90mila metri quadrati di superficie espositiva.

Cuore di questa edizione sarà il padiglione 4, interamente dedicato alla Fabbrica Digitale 4.0. Anticipatrice dei trend tecnologici, già da tre edizioni, MECSPE mette al centro dell’esposizione le tematiche della “Fabbrica digitale 4.0” dedicando loro l’intero padiglione 4, per mostrarne la versatilità e il potenziale applicativo. Verranno infatti realizzate cinque iniziative speciali, caratterizzate da un approccio informativo, ma allo stesso tempo concreto e pragmatico, che mostreranno come dall’integrazione delle tecnologie abilitanti – che spaziano dall’additive manufacturing alla robotica collaborativa, passando per l’Internet of Things e i sensori di controllo – sia possibile un nuovo “manufacturing made in Italy”, sempre più all’insegna della velocità, della precisione e della connettività, in un’ottica di efficienza e riduzione dei tempi di produzione e dei costi.

Momento clou della manifestazione, venerdì 24 marzo alle ore 15, la terza tappa del progetto “Laboratori MECSPE – FABBRICA DIGITALE, la via italiana per l’industria 4.0”, dopo aver toccato Vicenza e Bari. Si tratta di appuntamenti itineranti per raccontare cosa stanno facendo concretamente le aziende e mostrare la proposta italiana al modello Industry 4.0. Protagonista della tappa parmense sarà Satoshi Kuroiwa, massimo esperto di Factory Automation, consulente della Toyota Motor Corporation e del Governo giapponese, che – nella sua lectio magistralis – descriverà come il metodo produttivo Toyota possa essere un modello da imitare per quei Paesi, come il nostro, in cui le imprese si stanno avviando verso una sempre maggiore digitalizzazione e  robotizzazione della produzione. Perché questo processo sia efficace occorre promuovere l’integrazione fra “l’arte di fare prodotti” (monozukuri) e “l’internet delle cose” puntando sull’ “arte di fare persone” (hitozukuri), elemento imprescindibile per una innovativa rivoluzione industriale.

I numeri di MECSPE 2017

Attorno al padiglione 4, MECSPE 2017 darà vita ad una manifestazione in grado di dare una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative grazie alla sinergia dei suoi 11 Saloni tematici, dei 75 momenti formativi, delle 10 Piazze dell’eccellenza e delle 58 Unità dimostrative, che mostreranno dal vivo processi e soluzioni, capaci di imprimere una concreta trasformazione al manifatturiero italiano.

I saloni di MECSPE

Macchine e Utensili – macchine utensili, utensili e attrezzature; Fabbrica Digitale – tecnologie informatiche per la gestione di una fabbrica intelligente; Motek Italy – automazione di fabbrica; Power Drive – Sistemi – Componenti – Meccatronica; Control Italy – metrologia e controllo qualità; Logistica – sistemi per la gestione della logistica, macchine e attrezzature; Subfornitura Meccanica – lavorazioni industriali  in conto terzi; Subfornitura Elettronicaprogettazione, lavorazioni elettroniche e componenti e accessori; Eurostampi, Macchine e subfornitura plastica – stampi e stampaggio; lavorazioni delle materie plastiche e della gomma; Additive Manufacturing – rapid prototiping e 3D printing; Trattamenti e finiture – macchine e impianti per il trattamento e la finitura delle superfici.

www.mecspe.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.