Microchip presenta la prima famiglia di dispositivi CAN FD e CAN PN con parti qualificate Automotive Grade 0


Microchip Technology ha presentato la prima famiglia di ricetrasmettitori CAN (Controller Area Network) – con incluse varie parti qualificate Automotive Grade 0 – compatibili coi protocolli CAN FD (Flexible Data-rate) e CAN PN (Partial Networking). La nuova famiglia comprende sei modelli, che si aggiungono al portafoglio di prodotti CAN di Microchip.

I dispositivi supportano il protocollo CAN FD (Flexible Data-Rate) di recente introduzione che consente una velocità di trasmissione sino a cinque Mbit/s nonché il protocollo CAN PN (Partial Networking) per una migliore efficienza energetica dei veicoli. I dispositivi risultano completamente conformi alle norme ISO 118980-2 / 5/6, 11898-2: 2016 e SAE J2962-2. Gli ATA6562, ATA6563, ATA6564, ATA6565 e ATA6566 costituiscono la prima famiglia di ricetrasmettitori CAN / CAN FD qualificati per il settore automobilistico Grade 0 con una temperatura ambiente da -40 °C a +150 °C.

La famiglia dispone anche della funzionalità CAN PN che include un watchdog con isteresi. Tutti i prodotti sono approvati dalle principali Case Automobilistiche senza l’impiego del Common Mode Choke (CMC) esterno, richiesto nella maggior parte dei ricetrasmettitori CAN.

Microchip dispone di uno dei più validi e completi portafogli CAN industriali”, ha affermato Matthias Kaestner, vice presidente della divisione automobilistica di Microchip. “I nostri ricetrasmettitori assicurano una comunicazione affidabile nel difficile ambiente automobilistico con meno componenti esterni e spazi più contenuti, con conseguente riduzione di costi”.

Tutti i membri della famiglia includono la funzionalità di wake-up, via bus CAN, con doppia attivazione, secondo quanto previsto dalla norma ISO11898-2: 2016. Un moderno veicolo contiene più di 70 unità di controllo elettroniche (ECU) con interfaccia CAN: questa funzionalità evita sequenze di accensione indesiderate, portando a notevoli risparmi energetici e riducendo le emissioni.

La famiglia ATA65XX è supportata dal kit di sviluppo ATA656X-EK, dal kit di sviluppo ATAB6570A e dalla scheda ATA6563 click board, tutti prodotti già disponibili.

I chip utilizzano package SO8/14 e DFN8/14 con wettable flanks adatti alla saldatura e all’ispezione automatica.

www.microchip.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.