L’illuminazione interna è l’ultimo trend nel settore automotive


Quando si tratta di illuminazione automobilistica, i fari e gli indicatori di direzione sono i primi elementi che vengono in mente, concentrandosi sull’esterno. Tuttavia, all’interno di un veicolo si trovano molte luci importanti. Come è stato confermato da una ricerca realizzata diversi anni fa da BMW e dall’Università Tecnica di Ilmenau, l’illuminazione interna di una automobile può influenzare la concentrazione del conducente, ridurre i sintomi di stanchezza e trasmettere sensazioni positive, come ad esempio una percezione di lusso o sportività, legate al brand. Ora lo sviluppo tecnologico consente agli sviluppatori di trasformare queste, e altre, opzioni in realtà.

La differenza tra i LED per illuminazione automobilistica interna ed esterna è che i primi hanno bisogno di essere particolarmente compatti mantenendo alte prestazioni, mentre esternamente ci si concentra su una maggiore diffusione della luce. Osram Opto Semiconductors ha tutte le caratteristiche per guidare il mercato grazie alla propria innovazione e alla capacità di soddisfare le esigenze specifiche dei clienti. Ne è dimostrazione la sua gamma completa di LED altamente innovativi come l’ultimo LED per interni, il Topled E1608. Rispetto al suo predecessore è fino a 20 volte più piccolo, ma fino a tre volte e mezzo più luminoso.

Quando si tratta di illuminazione interna, la tendenza generale è di dare particolare rilievo alla miniaturizzazione dei LED. Più piccoli sono i singoli componenti, più grande è la flessibilità con cui possono essere utilizzati in un nuovo prodotto e maggiore è la versatilità con cui possono essere utilizzati i LED. I produttori stanno anche ricevendo sempre più richieste dagli utenti finali, alla ricerca di nuove esperienze di guida: l’illuminazione ambientale consente al conducente di selezionare colori personalizzati per illuminare internamente la propria auto. Questa possibilità di personalizzazione aggiunge una componente emozionale all’utilizzo prevalentemente funzionale dell’illuminazione interna tradizionale. Questo tocco di personalità all’interno del veicolo trasforma la vettura da un semplice strumento in un luogo dove sentirsi a proprio agio.

Oltre a questi aspetti prettamente estetici, ci sono nuove possibili aree di applicazione per l’illuminazione ambientale a livello funzionale. Ad esempio, le automobili potrebbero presto utilizzare un’illuminazione con differenti colori per indicare ai conducenti che sono in modalità sportiva o economica. Un’altra possibilità è che sequenze di illuminazione dinamica possano essere utilizzate in veicoli semi-autonomi per informare il conducente di prendere il controllo del volante o di prestare attenzione ad altre informazioni.

Sempre seguendo l’idea dell’illuminazione dinamica nei veicoli autonomi, le luci interne modificheranno significativamente la loro funzionalità. Ad esempio, se il passeggero vorrà lavorare o rilassarsi, gli scenari di illuminazione saranno molto diversi: con i faretti direzionali su una postazione di lavoro o con un’illuminazione indiretta dal tetto.

Con il diffondersi di questa tecnologia, e con diverse aziende che introdurranno veicoli a guida autonoma, appariranno numerose nuove applicazioni anche nel settore dell’illuminazione. Ford e altre società stanno già studiando la possibilità che in futuro gli heads-up display e gli altri schermi in plancia non saranno solo utilizzati per la navigazione e per le informazioni del veicolo, ma anche per comunicazioni e intrattenimento.

Per quanto riguarda il futuro, l’attenzione sull’illuminazione interna si concentrerà sempre di più sull’interazione tra la luce e il veicolo per la trasmissione di informazioni. Queste si potranno riferire a qualunque cosa, dalla modalità di guida corrente al livello di carica della batteria, dall’ora del giorno alle previsioni meteorologiche. Osram Opto Semiconductors manterrà ed estenderà il proprio vantaggio tecnologico combinando LED e la relativa elettronica integrata o implementando componenti di illuminazione intelligenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.