Da Altera la prima piattaforma virtuale di prototipazione per lo sviluppo software su SoC FPGA


Altera ha reso nota la disponibilità della prima piattaforma virtuale di prototipazione per il settore delle logiche programmabili, espressamente ideata per consentire lo sviluppo immediato di software embedded per i SoC FPGA di Altera di recentissima introduzione. Basato sulle collaudate soluzioni di Synopsys, Inc., la piattaforma virtuale di prototipazione (Virtual Target) per SoC FPGA è una simulazione funzionale basata su PC di una scheda di sviluppo per SoC FPGA di Altera. Il Virtual Target è l’equivalente funzionale, compatibile dal punto di vista binario e dei registri, di una scheda per SoC FPGA, il che garantisce che il software sviluppato su questa piattaforma può essere trasferito sulla scheda reale senza problemi.

Corredata da Board Support Packages per i sistemi operativi Linux e VxWorks e supportata dalla gamma dei tool di sviluppo dell’ecosistema ARM, il Virtual Target permette ai softwaristi di sviluppare le loro applicazioni utilizzando tool noti, ottimizzare il riutilizzo del codice e avere controllo e visibilità completa sul target, elementi critici nel processo di sviluppo di sistemi con processori multicore complessi.

Lo sviluppo di software applicativo per progetti embedded – ha spiegato Vince Hu, vice presidente marketing corporate e di prodotto – è la fase che richiede più tempo e il maggior numero di risorse ingegneristiche. Grazie al nostro Virtual Target per SoC FPGA i progettisti possono iniziare immediatamente lo sviluppo software in modo da ottimizzare la produttività e ridurre il time to market”.

Disponibile sotto forma di modello di simulazione basato su PC, pronto all’uso e compatibile a livello binario e di registri, il Virtual Target per SoC FPGA dispone dello stesso processore ARM® Cortex™-A9 MPCore™ e delle medesime periferiche dei SoC FPGA della serie Cyclone® V e Arria® V di Altera, unitamente ai componenti richiesti a livello di scheda – comprese SDRAM DDR, memorie flash e I/O virtuali. Per consentire lo sviluppo di software applicativo sia per il blocco processore integrato in hardware (hardened) sia per i blocchi IP basati su FPGA personalizzati, Altera mette a disposizione in opzione un’estensione FPGA-in-the-loop per il Virtual Target. Questa estensione utilizza una scheda di sviluppo per FPGA di Altera connessa alla piattaforma virtuale basata su PC per mezzo di un’interfaccia PCIe®. Insieme, la piattaforma virtuale di prototipazione e l’estensione FPGA-in-the-loop, consentono agli utenti di aggiungere periferiche custom e acceleratori hardware al sottosistema processore, creare i relativi driver e procedere all’integrazione con il software applicativo prima della disponibilità dell’hardware finale. Ciò consente di trasferire in maniera estremamente semplice il software applicativo e il firmware del dispositivo specifico all’hardware effettivo.

Parecchie aziende produttrici di sistemi e di semiconduttori – ha detto John Koeter, vice president per il marketing dei sistemi e degli IP di Synopsys – hanno adottato con risultati soddisfacenti i prototipi virtuali per accelerare lo sviluppo del software sia prima sia dopo la disponibilità effettiva del silicio. La nostra collaborazione con Altera rende disponibile la nostra collaudata tecnologia di prototipazione virtuale sotto forma di un target virtuale standard pronto per l’uso, offrendo ai progettisti di sistemi e agli sviluppatori software un ambiente caratterizzato da prestazioni avanzate in termini di debug che può essere capillarmente diffuso ai clienti di Altera presenti su scala globale”.

Attualmente il Virtual Target è in grado di supportare la simulazione dei sistemi operativi Linux e VxWorks. Gli sviluppatori di software embedded possono effettuare il boot di Linux sul target virtuale utilizzando un’immagine del kernel Linux che supporta i driver dei dispositivi di tutti i principali componenti della scheda di sviluppo per SoC FPGA. Altera dà anche la possibilità di scaricare una tool chain GNU precostituita e il sorgente Linux. Nel corso del trimestre sarà anche reso disponibile un BSP (board support package) di VxWorks per il target virtuale, che sarà seguito da analoghi BPS per altri sistemi operativi embedded.

Il nuovo Virtual Target garantisce la compatibilità con i tool di un vasto ecosistema oltre a rendere disponibili funzionalità di debug uniche per un ambiente di sviluppo. Tra i tool di sviluppo supportati per il Virtual Target si possono annoverare i tool GNU, ARM RVDS™, ARM Development Studio 5 (DS-5™), il debugger TRACE32 di Lauterbach e Workbench di Wind River. Essendo un modello di simulazione, il Virtual Target assicura una maggiore visibilità nel sistema sottoposto a debug, un miglior controllo da parte dell’utente dell’esecuzione del target (specialmente nel caso di sistemi multicore), oltre ad effettuare parecchi compiti di debug che risulterebbe molto difficile, se non impossibile, eseguire in hardware.

Vi è una richiesta sempre crescente di piattaforme virtuali per accelerare lo sviluppo software, in particolare nel caso di progetti complessi basati sul processore ARM Cortex-A9 MPCore” – ha detto Mark Onions, direttore marketing della divisione progettazione di sistemi di ARM. “Il Virtual Target per SoC FPGA di Altera, utilizzato congiuntamente alle nostre suite di progettazione RVDS e DS-5, consente agli utenti di iniziare immediatamente la fase di sviluppo e di completare in tempi molto più brevi i loro progetti di sistemi multicore”.

Sono sempre più numerosi gli utenti che traggono vantaggio dall’uso delle tecniche di prototipazione virtuale – ha affermato Stephan Lauterbach, presidente di Lauterbach – per accelerare la fase di sviluppo. La combinazione fra TRACE32 e il controllo e la visibilità native del Virtual Target rappresenta una notevole evoluzione nel campo del debug di sistemi multicore, consentendo agli utenti di sfruttare al meglio gli investimenti fatti, a livello sia di tool sia di competenze, in ogni fase del processo di sviluppo”.

Dopo la recente e positiva collaborazione con Altera per l’uso di Linux e VxWorks sui suoi processori soft core– ha sostenuto Warren Kurisu, vice president per le attività della gestione della linea di prodotto VxWorks di Wind River – i nuovi dispositivi SoC FPGA permettono di ampliare notevolmente le opportunità a disposizione degli sviluppatori embedded. Abbinati a un portafoglio vasto e articolato come quello di Wind River, che comprende sistemi operativi per applicazioni embedded avanzati e tool di sviluppo all’avanguardia, questo sforzo congiunto aiuterà gli sviluppatori a creare innovazione e soddisfare le differenze esigenze provenienti dal mondo embedded nella sua globalità”.

Disponibilità
Il Virtual Target per SoC FPGA è già disponibile per l’acquisto, mentre l’introduzione dell’estensione FPGA-in-the-loop è pianificata per l’inizio del prossimo anno. Ulteriori informazioni sul Virtual Target per SoC FPGA sono disponibili all’indirizzo:
www.altera.com/virtualtarget

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.