Lanciato con successo Vega, il nuovo vettore europeo


È cominciata l’avventura di Vega: il nuovo vettore europeo è stato lanciato dallo Spazioporto europeo di Kourou, nella Guyana francese, esattamente come previsto alle 07:00 locali, quando in Italia erano le 11 in punto del mattino.
Il primo stadio si è regolarmente separato a due minuti dal lift-off, il secondo dopo un altro minuto e mezzo e il terzo a sei minuti dal lancio.
Guarda il video del lancio:


YouTube

L’ultimo via libera era arrivato dopo il Launch Readness Review di sabato scorso, 11 febbraio, e a valle del caricamento del propellente del quarto stadio e di tutti i controlli finali.

Vega aveva comunque già regolarmente concluso le fasi di assemblaggio in rampa nei tempi previsti.
L’apertura della finestra di lancio, inizialmente prevista per il 9 febbraio, venne poi spostata in avanti  di 4 giorni per permettere ulteriori attività di verifica relativamente alle procedure di Range Safety.
E adesso con Vega comincia l’avventura anche del suo prezioso contenuto: i satelliti italiani LARES dell’Agenzia Spaziale Italiana,  ALMASat-1 dell’Università di Bologna nonché quella dei sette picosatelliti universitari: e-St@r (Italia), Goliat (Romania), MaSat-1 (Ungheria), PW-Sat (Polonia), Robusta (Francia), UniCubeSat GG (Italia) e Xatcobeo (Spagna).

Il vettore, progettato per far fronte a una vasta gamma di missioni e configurazioni di carico utile, si caratterizza per la sua grande flessibilità ed economicità. A differenza di molti suoi concorrenti, Vega è in grado di collocare in orbita vari carichi utili, offrendo diverse configurazioni di payload: da un solo satellite fino a uno principale più sei microsatelliti. E’ inoltre compatibile con masse di carico che vanno da 300 a 2500 kg, a seconda dell’altitudine e dell’orbita di destinazione dei satelliti. La configurazione di riferimento è di 1500 kg a 700km di quota in orbita polare.

Questo primo volo, denominato VV01, segna l’ultimo capitolo della fase di sviluppo del programma, durata 9 anni,  condotta dall’ESA e dai suoi partners, tra cui spiccano l’Agenzia Spaziale Italiana ASI e l’Agenzia Spaziale Francese CNES. La missione infatti qualificherà il sistema Vega nel suo complesso, compreso il veicolo, l’infrastruttura di terra e le operazioni della campagna di lancio per la separazione e lo smaltimento del carico utile del modulo superiore.
Affiancandosi ad Ariane 5 e Soyuz, Vega completa dunque la famiglia dei lanciatori europei, dotando l’Europa di un accesso allo spazio sicuro, affidabile e competitivo.
www.asi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.