A Rovereto l’8 e il 9 marzo scienza, tecnologia e innovazione sono di casa.


FirstLegoLeague

Da quest’anno anche l’Italia è entrata nella FIRST LEGO League, il campionato mondiale di scienza e robotica a squadre per ragazzi dai 10 ai 16 anni (da 9 a 14 anni in Stati Uniti, Canada e Messico), che coinvolge 60 diverse nazioni e circa 20.000 squadre per un totale di oltre 200.000 ragazzi di tutto il mondo e decine di migliaia di volontari.

A guidare l’ingresso del nostro Paese nell’evento, nato con lo scopo di appassionare i ragazzi alla scienza, facendo scoprire il piacere di risolvere i problemi tramite l’ingegno e la tecnica, sono stati il Museo Civico di Rovereto (TN) scelto come referente nazionale e la città di Rovereto, con il sostegno degli Assessorati alla Formazione e al Patrimonio civico dei Saperi e allo Sport e Innovazione tecnologica, sede principale dell’edizione italiana.

La sfida di quest’anno – uguale in tutto il mondo – nella quale si sono cimentati i 54 gruppi partecipanti ai gironi di qualificazione di Rovereto, Genova e Pistoia, ha come oggetto l’individuazione di soluzioni nella cura degli anziani, e nella valorizzazione del loro ruolo nella società: “Senior Solutions“, per anziani indipendenti, impegnati e in relazione con gli altri.

Le squadre erano chiamate a costruire e programmare – nell’ambito del Robot Game – un robot autonomo utilizzando la tecnologia LEGO© MINDSTORMS con l’obiettivo di segnare punti in match di 2,5 minuti su un campo di gioco a tema.

Ma FLL non è solo una sfida tra robot. Oltre al Robot Game, i ragazzi devono anche proporre un progetto scientifico a una giuria di esperti sul tema della sfida, e produrre una presentazione
il più possibile accurata e professionale: oltre ad appassionarsi alla scienza divertendosi, si acquisiscono così conoscenze e competenze utili al futuro lavorativo e ci si avvicina in modo concreto a potenziali carriere in ambito scientifico e ingegneristico.

La FIRST LEGO League è inoltre una gara che premia e forma i giovani a importanti valori, di cui la giuria tiene conto, come il fair play e il gioco di squadra.

Venerdì 8 e sabato 9 marzo al Palasport “A.Marchetti” di Rovereto saranno 24 le squadre – scolastiche ed extrascolastiche – che si metteranno in gioco per conquistare il titolo nazionale e qualificarsi alla finale mondiale di St. Louis, negli Stati Uniti.

Dall’Alto Adige alla Sicilia, dal Veneto alla Toscana, un totale di quasi 210 ragazzi coinvolti da una comune passione per la scienza, la robotica ed un innato senso di creatività, si contenderanno la vittoria che gli consentirà di rappresentare il nostro Paese oltreoceano.

La due giorni di FIRST LEGO League – che prevede un ricco programma tra gare, spettacoli di danza, giocoleria, concerti e dimostrazioni – si inserisce nella cornice della tredicesima edizione del Festival Discovery on Film organizzato dal Museo Civico di Rovereto,  con il coinvolgimento di enti importanti come l’ASI, la NASA la Scuola di Robotica di Genova, la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa, il Tokyo Institute of Technology, il Centro interdipartimentale Mente e Cervello dell’Università di Trento.

Ad aprire l’evento First Lego League, la sera di giovedì 7 marzo alle 21 al Museo Civico, un video collegamento con Paolo Bellutta,  il fisico italiano in forza al JPL della NASA che “pilota” i robot su Marte.
A seguire una sfida nella sfida: l’Università di Roma Tor Vergata con il suo Dipartimento di Ingegneria Industriale tenterà di battere il record nella costruzione della più alta torre possibile con i mattoncini LEGO©. Infine, nella sezione didattica del MART, venerdì e sabato, si potrà visitare la mostra con le DOLOMITI fatte con i mattoncini LEGO©.

www.museocivico.rovereto.tn.it/fll_italia.jsp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.