Il pinguino cyborg che studia il comportamento dei suoi simili


pinguino robot

Un piccolo pinguino robot è stato costruito dagli scienziati dell’Università di Strasburgo per studiare una delle specie più difficili da avvicinare ossia il pinguino imperatore. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Methods.

Tali animali sono poco socievoli, molto timidi e finora gli studiosi hanno avuto molte difficoltà a monitorarne i comportamenti senza influenzare il loro habitat. In tale contesto si inserisce il progetto dell’Università di Strasburgo al quale partecipa  il regista Yvon Le Maho, che ha visto la creazione di un rover telecomando travestito da pinguino e portato ad Adelie Land in Antartide,  dove il regista girò il celebre documentario “La marcia dei pinguini”.

Il primo prototipo di robot in fibra di vetro non raccolse riscontri positivi e fu evitato dai pinguini, che notarono subito qualcosa che non quadrava, ma al quarto tentativo finalmente è stato realizzato il cyborg giusto, anche se muto, visto che gli scienziati non hanno ancora trovato il modo di imitare perfettamente il richiamo dei pinguini.

Il robot spia è una sorta di palla di pelo dall’aspetto tenero di un cucciolo di pinguino. Presto verrà equipaggiato anche con una videocamera ad alta risoluzione, con sensori capaci di monitorare il comportamento dei veri pinguini.

Fonte: Nature

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.