Ottenuti laser ultra-sottili: si entra in una nuova era per le stampanti 3D?


laser cnr

I ricercatori sono riusciti ad ottenere i fasci di luce più sottili al mondo, superando sorprendentemente quello che era ritenuto dalla scienza un limite insuperabile.

Il risultato è stato pubblicato sulla rivista Nature Photonics ed è stato ottenuto in Italia, grazie alla cooperazione tra la Sapienza di Roma, l’Istituto dei Sistemi Complessi del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Isc-Cnr), con l’Università di Pavia ed Hebrew University di Gerusalemme.

In tal modo si apre la strada a un’elettronica di nuova generazione, con microscopi super-potenti e stampanti in 3D sempre più precise.  In virtù del “limite diffrattivo” si era sempre ritenuto che i fasci di luce non potessero avere dimensioni inferiori a mezzo milionesimo di metro.

”Pensavamo fosse un limite fondamentale della luce”, ha spiegato il coordinatore della ricerca, Eugenio Del Re, della Sapienza. “Ma abbiamo visto che il limite non è della luce, ma del modello fisico che abbiamo della luce”.
Si è scoperto infatti che facendo passare la luce attraverso un materiale trasparente, si riescono a propagare anche fasci laser più sottili di 280 milionesimi di millimetro.

Per Claudio Conti, dell’Isc-Cnr, “Sarà possibile creare microscopi ad altissima risoluzione e profondità di penetrazione, stampanti tridimensionali ultra-precise, bisturi laser sub-cellulari e nuovi dispositivi opto-elettronici e di memorizzazione ad altissima capacità e a basso costo”.

Fonte: Nature

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.