Il team toscano IB-Ombi si aggiudica la FLL 2015, precedendo il Liceo Rosmini e il Tamba Team di Trento


[slideshow id=36]Dopo anni di predominio trentino, questa volta ad aggiudicarsi la vittoria nella  finale del campionato nazionale 2014/2015 della FIRST LEGO League è stata una squadra toscana, il team IB-Ombi di Pistoia che ha preceduto le squadre del Liceo Rosmini di Rovereto e il Tamba Team di Trento.

Ventotto le squadre provenienti da tutta Italia che tra ieri e oggi si sono sfidate nei locali della Fabbrica del Vapore a Milano per aggiudicarsi l’accesso alla finale mondiale di St. Louis che si svolgerà dal 22 al 26 aprile. IB-Ombi faranno dunque presto le valigie per sfidare altri giovani provenienti da tutto il mondo; il successo odierno porterà invece il Rosmini di Rovereto in Sudafrica e il Tamba Team in Australia.

Assegnati oggi a Milano anche 12 premi speciali. Eccoli, categoria per categoria:

  • Ispirazione: ArchiRobot, Catania
  • Lavoro di squadra: Marconi Xtrm, Rovereto
  • Gracious Professionalism®: ERRE come Robot, Casciana Terme
  • Spirito e Identità di squadra: Rairob, Bolzano
  • Star Rising: Miccorobokids, Pistoia
  • Miglior punteggio in gara: Liceo Rosmini, Rovereto
  • Miglior Progetto Scientifico: Istituto Comprensivo 2, Arzignano (VI)
  • Miglior Progetto Tecnico: Villaggio dei Ragazzi Deltacon, Maddaloni (CE)
  • Premio della Giuria: MichelinRobot, Cuneo
  • Innovazione Tecnica: IC Figino Serenza, Carimate (CO)
  • Miglior Comunicazione Scientifica: Robofriens, Genova

Per la categoria Final4 il Liceo Rosmini e il Villaggio dei Ragazzi Deltacon si sono classificati a pari merito con 328 punti: un caso rarissimo che, nell’impossibilità di dividere in due il premio in palio (la stampante 3Drag da noi offerta), ed in considerazione dell’impegno dei ragazzi, abbiamo ritenuto di dover prontamente raddoppiare offendo una seconda stampante: la prima se la sono portata a casa i ragazzi campani (i più lontani), la seconda la spediremo lunedì ai ragazzi di Rovereto.

In base al tema eletto per questa edizione della manifestazione, ai giovani concorrenti era stato chiesto di interrogarsi sulle prospettive della scuola del futuro e di cercare di individuare soluzioni capaci di innovare gli attuali sistemi di istruzione. Queste soluzioni dovevano essere cercate con l’ausilio di LEGO Mindstorms EV3 ed NXT, robot interamente costruiti con mattoncini LEGO Education ed “educabili” grazie a un ambiente di programmazione ad icone appositamente progettato per essere utilizzato fin dalla scuola primaria e ispirato al programma grafico LabVIEW di National Instruments. Le squadre partecipanti sono state sottoposte a quattro prove distinte: Gara di robotica, Progetto Tecnico, Progetto Scientifico, Core Values.

FIRST LEGO League è un campionato mondiale di scienza e robotica destinato ai ragazzi tra i 9 e i 16 anni, nato nel 1999 da un accordo tra LEGO Education e FIRST, l’associazione americana che si occupa di promuovere la diffusione di scienza e tecnologia. In Italia la competizione viene organizzata dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto, grazie anche al sostegno del MIUR, che vede in quest’evento la possibilità di avvicinare i ragazzi più giovani a una disciplina – la robotica – che crea ogni anno migliaia di posti di lavoro e che sempre più sembra destinata a condizionare il nostro futuro.

www.fll-italia.it

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.