Arrivano i finanziamenti per il parco eolico da 400 MW di Cimarron Bend di ENEL


cimmaronbend

L’impianto eolico di Cimarron Bend, la cui costruzione è iniziata ad aprile del 2016, dovrebbe entrare in esercizio nel 2017. La sua realizzazione richiederà un investimento di circa 610 milioni di dollari statunitensi, in linea con quanto previsto dall’ultimo Piano strategico del Gruppo Enel che ha annunciato la firma di un accordo di Tax Equity da 500 milioni di dollari con Bank of America Merrill Lynch, J.P. Morgan e MetLife.

L’accordo è stato sottoscritto da Enel Green Power North America, Inc. (“EGPNA”), la società del Gruppo Enel attiva nel settore delle energie rinnovabili negli Stati Uniti d’America, tramite la controllata  Cimarron Bend Wind Holdings, LLC (“Cimarron Bend Wind Holdings”); in linea con una prassi comunemente seguita negli Stati Uniti per lo sviluppo di progetti rinnovabili, l’accordo prevede che gli investitori conferiscano la somma stabilita a Cimarron Bend Wind Holdings, società proprietaria dell’impianto eolico, in cambio del 100% dei titoli partecipativi di “Classe B” relativi al progetto. Tale partecipazione consentirà ai tre investitori di ottenere, a determinate condizioni stabilite dalla legislazione fiscale degli Stati Uniti, una percentuale dei benefici fiscali che saranno riconosciuti al progetto di Cimarron Bend. EGPNA, attraverso Cimarron Bend Wind Holdings, manterrà invece a sua volta il 100% dei titoli partecipativi di “Classe A” e, quindi, la gestione del progetto.

Una volta in esercizio, Cimarron Bend sarà in grado di generare circa 1,8 TWh l’anno, pari al consumo medio annuale di più di 149mila famiglie americane, evitando l’immissione in atmosfera di circa 1,3 milioni di tonnellate di CO2 l’anno.

Cimarron Bend venderà l’energia elettrica prodotta in base a due contratti di fornitura di lungo termine da 200 MW tra loro collegati, uno stipulato con Google e l’altro con il Kansas City Board of Public Utilities. Cimarron Bend sarà il primo impianto eolico del Gruppo Enel in Nord America a vendere parte dell’energia prodotta a un’azienda privata.

EGPNA è presente in 22 Stati degli USA e in due province del Canada, con più di 2,5 GW di capacità installata distribuiti in quattro differenti tecnologie rinnovabili: eolico, solare, geotermico e idroelettrico.

www.enel.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.