Microchip lancia la nuova generazione di MCU 8-bit AVR con Core Independent Peripherals


avr_microchip_electronica

Durante l’ultima edizione di electronica, Microchip ha annunciato una nuova generazione di MCU tinyAVR 8-bit. I quatto nuovi dispositivi spaziano tra 14 e 24 pin, dispongono di 4 KB o 8 KB Flash, e sono i primi microcontroller tinyAVR a disporre di Core Independent Peripherals (CIPs). I nuovi dispositivi sono supportati da START, un innovativo tool online per la configurazione grafica ed intuitiva di progetti software embedded.

Questo annuncio è molto importante per Microchip dato che rappresenta l’unificazione sotto lo stesso tetto dei due più noti e potenti marchi di MCU 8-bit” ha dichiarato Steve Sanghi, CEO e Chairman of the Board di Microchip Technology Inc. “I clienti apprezzano sia gli MCU PIC che AVR e Microchip sta stimolando lo sviluppo di nuovi prodotti non solo per continuare a supportare il portfolio AVR, ma per farlo crescere.

Aspetti salienti dei nuovi prodotti:

  • La nuova serie è supportata da START per la configurazione grafica di software embedded
  • Integra ricche funzionalità con 4 KB o 8 KB Flash, in package low pin-count
  • Tra le Core Independent Peripherals, un Peripheral Touch Controller
  • Self-programming per gli upgrade del firmware e modalità power-down con SRAM per salvataggio dati

I nuovi dispositivi ATtiny817/816/814/417 offrono tutte le caratteristiche necessarie per spingere l’innovazione di prodotto, comprese periferiche feature-rich di piccole dimensioni, low pin-count  con 4 KB o 8 KB di memoria Flash. Le altre funzioni integrate comprendono: un core-independent Peripheral Touch Controller (PTC), Event System per la cooperazione tra periferiche, Blocchi Logici programmabili dall’utente, self-programming per gli aggiornamenti del firmware, salvataggio dati non-volatile, oscillatore interno a 20 MHz, comunicazione seriale ad alta velocità con USART, tensione di funzionamento compresa tra 1,8 V e 5,5 V,  ADC 10-bit con tensione di riferimento interna, oltre a correnti  sleep inferiori a 100 nA in modalità power-down con salvataggio dati su SRAM.

Con le CIPs, le periferiche operano indipendentemente dal core e dispongono di  comunicazione seriale e periferiche analogiche. Con l’aggiunta del Event System, che consente alle periferiche di comunicare senza impegnare la CPU, le applicazioni possono essere ottimizzate a livello di sistema. Ciò reduce il consumo di energia  ed aumenta sia throughput che affidabilità di sistema.

A corredo del rilascio dei quatto nuovi dispositivi, Microchip aggiunge anche il supporto in START per la nuova famiglia AVR, lo strumento online per configurare componenti software e realizzare applicazioni embedded su misura. Questo strumento viene fornito gratuitamente ed offre un ambiente ottimizzato che consente agli utenti di focalizzarsi sull’offrire funzionalità di differenziazione rispetto ad altre della loro applicazione.

www.microchip.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.